VOCE DEL VERBO “LAVANDA”

Tutti la conosciamo per il suo intenso profumo e le sue sfumature viola pastello, ma se non ne tieni un flaconcino nell’armadietto probabilmente non ne conosci le innumerevoli proprietà. La Lavanda si declina in diversi preparati e oggi vogliamo presentarti alcuni tra gli utilizzi più tradizionali.

SONNO E RELAX
L’aromaterapia consiglia di lasciarne cadere qualche goccia sul cuscino per indurre sonni tranquilli e ristoratori nei soggetti più nervosi e tesi, nell’ acqua della vasca per un bagno rigenerante e distensivo, massaggiata nelle aree di maggior tensione muscolare per favorire un rilassamento profondo e duraturo

MAL DI TESTA
Qualche goccia massaggiate su tempie e polsi può alleviare rapidamente i mal di test da stress e sovraccarico mentale.

DIGESTIONE
Gonfiore, tensione addominale e difficoltà digestive possono essere trattate con dei fiori di lavanda in infusione oppure massaggiandone dell’ olio sull’ addome a fine pasto.

PELLE E MUCOSE
Dermatiti, eczemi, punture di insetto, infiammazioni, piaghe sono solo alcune delle affezioni cutanee che trovano sollievo nei preparati alla lavanda, ma non dimentichiamo che l’ estrema delicatezza della pianta ci permette di estenderne l’ uso anche a problemi per così dire più “intimi” quali, ad esempio, cisti e infezioni urogenitali.

AMBIENTE
Liberata nell’ ambiente attraverso diffusori per oli essenziali o incensi aromatici, la Lavanda sanificherà l’ aria di casa o dell’ ufficio aiutandovi a prevenire le principali affezioni respiratorie ( raffreddori, influenze ) e al contempo renderà l’ atmosfera più accogliente e distesa;

CASA E BUCATO
Il suo profumo evoca subito una sensazione di freschezza e di pulito, ma c’è molto di più.
La sua azione antisettica la rende un ottimo additivo naturale a detersivi per casa e bucato.